Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in accordo con il Ministero delle Finanze, ha disposto, con il Decreto del 9 agosto 2010 n.53736 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.226 del 27 settembre 2010, l’assegnazione alla Regione Lazio di 100milioni di euro destinati alla concessione o alla proroga degli ammortizzatori sociali in deroga.
Le domande di sospensione dei debiti da parte delle piccole e medie imprese presentate fino al 31 luglio scorso hanno raggiunto le 220 mila unità, per un debito di 64 miliardi di euro. Lo ha comunicato il Ministero dell'Economia. Tenendo conto dei tempi di istruttoria (circa 30 giorni), sono state accolte fino a luglio più di 170 mila domande per circa 11,8 miliardi di euro di rate sospese.

Capitale di rischio, nuove regole per le Pmi

Scritto da Mercoledì, 04 Agosto 2010 08:51
Dal 20 luglio è in vigore il nuovo regime di aiuto per gli investimenti nel capitale di rischio delle piccole e medie imprese. Infatti, è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 5 luglio il decreto del ministero dello Sviluppo economico n. 101 del 21 aprile 2010 ("Regime di aiuto destinato a promuovere gli investimenti nel capitale di rischio delle piccole e medie imprese, ai sensi dell'art. 1 comma 845 della legge 27 dicembre 2006, n. 296"). Il decreto individua modalità d'intervento pubblico a sostegno di operazioni di finanziamento nel capitale di rischio delle Pmi nelle fasi iniziali della loro crescita e nella fase di espansione, nel rispetto delle vigenti norme in materia di intermediazione finanziaria e di aiuti di Stato, anche con riferimento ai divieti e alle limitazioni previsti dalla vigente normativa comunitaria per taluni settori di attività.
"Il Ministero dell'Economia e delle Finanze, l'Associazione Bancaria Italiana e le altre rappresentanze d'impresa firmatarie dell'Avviso comune, tra cui la CNA, per la sospensione dei debiti delle Pmi - si legge in una nota - hanno concordato di prorogare di 7 mesi i termini per la presentazione delle domande da parte delle imprese". Le domande potranno essere presentate fino al 31 gennaio 2011. Saranno ammesse alla sospensione soltanto le operazioni che non siano già state oggetto di moratoria.
La Camera di Commercio di Frosinone al fine di favorire l'accesso al credito delle micro e piccole imprese della provincia di Frosinone, ha sottoscritto una Convenzione con la Banca Popolare del Cassinate, la Banca Popolare del Frusinate e la Banca della Ciociaria per concedere un contributo in conto interessi alle imprese che dal 17 maggio 2010 hanno ottenuto con questi Istituti un finanziamento di importo massimo di € 30.000,00.
La Camera di Commercio di Frosinone al fine di favorire l'accesso al credito delle micro e piccole imprese della provincia di Frosinone, ha sottoscritto una Convenzione con la Banca Popolare del Cassinate, la Banca Popolare del Frusinate e la Banca della Ciociaria per concedere una garanzia al 50% su un finanziamento massimo di euro 25.000,00. Artigiancoop interviene su queste operazioni rafforzando la garanzia fino a portarla all’80%, attenuando il rischio di credito degli Istituti di Credito convenzionati.
“Il Progetto “Sos Impresa Italia” ha rappresentato un valido strumento a disposizione di migliaia di piccole imprese che, hanno visto ridimensionarsi le difficoltà di accesso al credito originate dalla pesante congiuntura economica. Adesso, è giunto il momento di guardare avanti e di avviare una ulteriore fase: volendo ricorrere ad uno slogan potremmo parlare di Progetto “RIPRESA ITALIA”. Lo ha dichiarato Sergio Silvestrini (nella foto) intervenendo alla conferenza stampa, che si è svolta a Roma, volta a tracciare un primo bilancio del progetto, lanciato a fine 2009 da Cna, Confartigianato, e Casartigiani, Confcommercio e UniCredit Group con l'obiettivo di traghettare fuori dalla crisi almeno 10mila imprese sane a rischio chiusura. In sette mesi sono state complessivamente 15.000 le imprese assistite, 11.600 delle quali hanno beneficiato di nuovi finanziamenti, interventi di proroga delle scadenze o rimodulazione delle linee di credito. Un impegno che proseguirà anche nel 2010 con l’apporto di oltre 1 miliardo di euro da parte delle Associazioni e dei Confidi, grazie al quale il tasso di accettazione delle domande delle Pmi passerà dal 76% al 79%.
Le imprese hanno tempo fino al 30 giugno per poter sfruttare le agevolazioni della Tremonti-ter, ovvero i contributi per l'acquisto di macchinari destinati ai contribuenti titolari di reddito d’impresa ossia le imprese individuali, le società di persone, le società di capitali, le cooperative, gli enti commerciali e quelli non commerciali per le attività d’impresa eventualmente esercitate. L’incentivo agli investimenti, previsto dal DL 78 dell’anno scorso, consente una deduzione ai fini Ires pari al 50% del costo di acquisto del bene.
Pagina 9 di 11

Prossimi Eventi

Nessun evento

chi siamo
banner il nostro impegno per la rappresentanza

calendario

pensione
pensione
pensione
 Banner Right Last 2 sicurezza lavoro
banner-no-loghi