L'Inail ha indetto un bando per incentivare le imprese ad investire sulla sicurezza realizzando interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Le aziende possono presentare:
  • Progetti di investimento. Per esempio la sostituzione di macchinari/attrezzature con altri maggiormente sicuri o il miglioramento della sicurezza di ambienti e impianti;
  • Progetti di formazione. Per esempio l'acquisizione o il miglioramento dei percorsi formativi relativi alla sicurezza dei lavoratori e di altre figure aziendali;
  • Progetti di responsabilità sociale e per l'adozione di modelli organizzativi. Per esempio l'adozione di sistemi di gestione della sicurezza SGSL utili anche per la riduzione dei premi INAIL.
La Regione Lazio, attraverso la deliberazione della Giunta Regionale n.572 del 3 dicembre 2010, ha reso disponibile 500 milioni di euro e autorizzato la sottoscrizione di accordi transattivi tra le Aziende Sanitarie, le Aziende Ospedaliere, gli IRCCS, gli IFO, i Policlinici Universitari pubblici e Azienda ARES 118, da un lato, e i fornitori di beni e servizi del Sistema Sanitario Regionale e/o i loro cessionari, dall’altro, relativamente a crediti per fatture emesse fino al 30 giugno 2010.
L’Assessorato al Lavoro e Formazione della Regione Lazio ha adottato il programma “Lavoro in Chiaro” con gli obiettivi di incentivare le imprese all'assunzione e alla formazione dei lavoratori nonché di favorire l’emersione del lavoro nero. Il programma prevede uno stanziamento di 10.000.000 di Euro. Il contributo per ogni azienda parte da un minimo di 5.000 euro ed arriva ad un massimo di 12.000 euro. La scadenza del bando è prevista per il 30 settembre 2011 e comunque fino ad esaurimento fondi.

La CNA di Frosinone fornirà assistenza per la presentazione della pratica alle imprese associate per la richiesta di contributo.
Il Ministero del lavoro ha emanato le istruzioni (Decreto 26 luglio 2010 n. 53343, pubblicato sulla G.U. n. 253 del 28/10/2010) per la fruizione, da parte dei datori di lavoro interessati, della riduzione contributiva al 10% prevista (art. 2, c. 134, Legge Finanziaria 2010), in via sperimentale per il 2010, per l'assunzione di lavoratori:
  • beneficiari dell'indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali;
  • con almeno 50 anni di età.
Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n.253, il Decreto del 26 luglio 2010 che prevede incentivi per l'assunzione dei lavoratori titolari dell'indennità di disoccupazione ordinaria con requisiti normali o dell'indennità speciale di disoccupazione edile (art. 2, comma 151, della legge 23 dicembre 2009 n. 191). Al datore di lavoro spetta un incentivo mensile pari all'indennità che sarebbe spettata al lavoratore assunto, per ogni mensilità o quota di mensilità residue rispetto a quelle già percepite.
La rivista "Donna Moderna", in collaborazione con Fondazione Vodafone Italia, lancia l'iniziativa “Progetto donne&lavoro” che premia l'impresa sociale al femminile e mira a offrire alle donne un'opportunità di emancipazione e promozione sociale attraverso il lavoro. Tre saranno i progetti vincitori, a ognuno dei quali verrà attribuita una somma di 100.000 euro a fondo perduto.
Sessanta milioni di euro per le imprese che "investono" in  sicurezza. E' questa la cifra che l'INAIL mette a disposizione per tutte le aziende - anche quelle individuali - iscritte alla Camera di Commercio che fanno della prevenzione una delle loro priorità d'intervento. Lo stanziamento verrà ripartito in budget regionali, in funzione del numero di addetti e dell'andamento infortunistico di ciascun territorio.
La Regione Lazio ha indetto un bando per sostenere la creazione di nuove imprese da parte di cittadini italiani over45 e di immigrati. Il finanziamento è rivolto a progetti d'impresa riguardanti qualsiasi settore (produzione di beni, commercio e servizi), anche in franchising, valutati rispetto al profilo delle competenze e delle capacità del proponente, della fattibilità tecnica, della cantierabilità, della redditività e della sostenibilità finanziaria. Sono finanziabili i progetti che prevedono l'avvio di nuove attività, la rilevazione di attività preesistenti, fitti di aziende o rami d'azienda.
Pagina 8 di 11

Prossimi Eventi

Nessun evento

chi siamo
banner il nostro impegno per la rappresentanza

calendario

pensione
pensione
pensione
 Banner Right Last 2 sicurezza lavoro
banner-no-loghi