Il Convegno sul Credito alla PMI ed il ruolo dei Confidi è stato organizzato oggi da COOPFIDI, il Confidi dell’artigianato e delle PMI più grande della regione promosso dalle Associazioni di categoria dell’artigianato CNA, ACAI e Confartigianato. Il Convegno ha messo in evidenza gli importanti cambiamenti avvenuti nel mercato del credito alle PMI, a seguito della grave crisi economica mondiale iniziata nel settembre del 2008, ed il ruolo che i confidi hanno svolto in questo contesto; ruolo che esce profondamente rafforzato permettendo alle imprese di superare la criticità del rapporto con il mondo bancario. È aumentata la selettività delle banche nei confronti delle imprese e conseguentemente la richiesta di garanzie. I confidi intervengono sia sul piano dell’assistenza e dell’accompagnamento dell’impresa in banca che sul piano delle garanzie, rilasciando la propria garanzia mutualistica.
Da sempre la CNA di Frosinone considera il Credito come perno fondamentale del proprio sviluppo ed occasione di primo incontro degli Artigiani e delle PMI con il Sistema CNA. Strumento operativo del credito è rappresentato da Artigiancoop - Società Cooperativa Artigiana di Garanzia. La CNA nella convinzione che il credito rappresenta per l’impresa uno strumento essenziale per programmare e perseguire i propri obiettivi di crescita, per sostenere adeguatamente politiche di investimento o per far fronte ad esigenze finanziarie derivanti dall’attività di gestione, mette a disposizione dei propri associati i seguenti strumenti:
La Commissione europea ha stanziato 35 milioni di euro nell’ambito del programma per la competitività e l’innovazione (CIP). Il bando è rivolto in modo particolare alle Piccole e Medie Imprese che hanno sviluppato un prodotto, un processo o un servizio ecologico, tecnicamente collaudato, ma che stenta ancora a collocarsi sul mercato. Il cofinanziamento comunitario copre fino al 50 per cento del costo totale del progetto.
La Regione in aiuto dei precari con 18 milioni di euro. E’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n.12 del 27 marzo 2010 il Bando della Regione su “stabilizzazione professionale e auto impiego di persone con condizioni lavorative precarie”. Il provvedimento prevede la messa a disposizione di oltre 18 milioni di euro da destinare ad interventi per il reinserimento e la stabilizzazione delle lavoratrici e lavoratori precari. Le azioni previste riguardano incentivi all’assunzione, tirocini per il reinserimento lavorativo, azioni di formazione professionale mirate all’assunzione, strumenti di
E’ stato presentato lo scorso mese di marzo il “Fondo italiano di investimento”, destinato a sostenere la capitalizzazione delle piccole e medie imprese italiane. Presenti alla conferenza di presentazione il Ministro dell’Economia Giulio Tremonti, il Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, il Presidente dell’Abi Corrado Faissola, e i vertici delle istituzioni finanziarie azioniste della Società di gestione del Fondo: Cdp, Banca Mps, Intesa Sanpaolo e Unicredit. Il Fondo opererà per le piccole e medie imprese italiane con una durata complessiva fino a 14 anni, di cui 5 anni per l’investimento, 5 anni per il disinvestimento più altri eventuali 2 anni di proroga per ciascuna fase.
I settori agevolati dai nuovi incentivi sono: motocli e moto elettriche, elettrodomestici a basso consumo, cucine, abitazioni ecologiche, rimorchi, gru per l'edilizia, macchine ad uso agricolo, motori nautici, internet con un bonus dedicato ai giovani (vedi dettagli). Il provvedimento prenderà il via dal 6 aprile. Ma attenzione. I contributi verranno erogati fino alla disponibilità dei fondi, pari a 300 mln di Euro. Gli incentivi previsti dal decreto-legge sono pari a 300 milioni di euro, finanziati per 200 milioni con entrate fiscali, per 50 milioni con il Fondo finanza d’impresa e per ulteriori 50 milioni con credito d’imposta. Sono previsti contributi al consumoper il 2010, variabili a seconda dei prodotti, che saranno erogati fino ad esaurimento delle

SICUREZZA GRADUATORIE DEL BANDO PER LE PMI

Scritto da Martedì, 09 Marzo 2010 00:00

Con la determinazione n. 354 del 22 febbraio 2010, pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio n. 8 del 27 febbraio 2010 (parte terza), la Regione Lazio ha approvato le graduatorie relative all'Avviso pubblico della Legge 289/02 (annualità 2008). Attraverso questa legge la Regione concede contributi alle piccole e medie imprese del commercio per la riqualificazione e il potenziamento dei sistemi e degli apparati di sicurezza anticrimine. In particolare, le domande pervenute al 27 aprile 2009 sono state divise in ammissibili e non ammissibili. Per consultare le graduatorie visita la pagina dedicata del sito di Sviluppo Lazio.
Numero verde Informalazio 800 264 525


Secondo la Cna i criteri di Basilea 2, l'accordo sui requisiti patrimoniali delle banche, ostacolano l'accesso al credito per le piccole imprese. Nella pratica, le modalità con cui sono stati introdotti i criteri di Basilea 2, hanno reso più difficoltoso e oneroso l'accesso al credito per le imprese minori, ossatura del sistema imprenditoriale italiano. Per questo occorre venire incontro con urgenza al problema finanziario delle piccole e medie imprese, valorizzando il ruolo delle associazioni di categoria e del sistema dei Confidi, modificando "i requisiti patrimoniali delle banche e rendendoli più flessibili, per impedire che il credito, per le aziende che lo meritano, si riduca proprio nei momenti più difficili". Sono queste alcune delle proposte congiunte avanzate da CNA, Confcommercio-Imprese per l'Italia, Confartigianato, Confesercenti e Casartigiani, le associazioni del cosiddetto Patto del Capranica (costituito nel 2006 contro la politica fiscale del governo,  nel corso di un'audizione alla VI commissione finanze della camera.
"Basilea 2  - ha detto il Presidente Nazionale CNA, Ivan Malavasi durante l'audizione - nasce avendo come riferimento un sistema di imprese strutturate e di medio-grande dimensione, quali quelle che prevalentemente operano nei sistemi economici di matrice anglosassone. Il sistema imprenditoriale italiano, viceversa, presenta caratteristiche completamente diverse che male si adattano a sistemi standardizzati di valutazione del merito di credito. Questa specificità è facilmente
Pagina 10 di 11

Prossimi Eventi

Nessun evento

banner associati

chi siamo
banner il nostro impegno per la rappresentanza

calendario

pensione
pensione
pensione
 Banner Right Last 2 sicurezza lavoro
 
FareLazio-Marchio-Selezionato 01
banner-no-loghi