HOME|ARCHIVIO NEWS|CATEGORIE|FEDERMODA|Crisi economica, il settore manufatturiero paga il prezzo più alto

Crisi economica, il settore manufatturiero paga il prezzo più alto

Mercoledì, 30 Giugno 2010 11:11
Le statistiche degli studi di settore, che raccontano con grande precisione il periodo di imposta dell’anno 2008, sono assolutamente eloquenti: ci sono segmenti importanti della nostra economia che, nonostante la crisi abbia cominciato a mordere solo nel quarto trimestre del 2008, registrano cali molto consistenti nei redditi. Il manifatturiero è quello che paga il prezzo maggiore alla crisi. Un numero che fa riflettere: -14% di reddito rispetto all’anno precedente.

Se si va ad indagare più da vicino, sempre nel manifatturiero, i tessili registrano una riduzione pari al 17,5%; le industrie conciarie un calo del 16,5%; il settore della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche arriva perdere il 16%, fino alla caduta del 25,7% sofferta dalle imprese dedite alla fabbricazione delle piastrelle. Da segnalare, inoltre, la riduzione del reddito medio - quasi il 12,5% - subito dall’industria del legno e della fabbricazione di mobili. Anche la metalmeccanica (produzione dei metalli) perde il 10,8% e la produzione di mezzi di trasporto cala del 18,1%. Infine l’autotrasporto registra il –11,6%. Sono numeri che illuminano, con una forza che non ammette repliche, una situazione che milioni di artigiani e di piccoli e medi imprenditori conoscono fin troppo bene. Dal terzo trimestre 2008 un martello ha cominciato a picchiare sui redditi schiacciandoli sempre di più. Ma l'anno 2009 ha registrato dinamiche ancora peggiori. E' per questo che sono stati messi a punto nuovi correttivi congiunturali per gli studi di settore. La CNA segue costantemente l’efficacia di questi nuovi correttivi e la loro effettiva rispondenza alla grave situazione economica dell'artigianato e delle piccole e medie imprese.

Ultima modifica il Giovedì, 13 Febbraio 2014 12:56

Prossimi Eventi

Nessun evento

chi siamo
banner il nostro impegno per la rappresentanza

calendario

pensione
pensione
pensione
 Banner Right Last 2 sicurezza lavoro
banner-no-loghi