HOME|ARCHIVIO NEWS|CATEGORIE|BENESSERE E SANITÀ
La CNA di Frosinone è lieta di inviare tutti i Centri Benessere ed ogni impresa del settore Estetica all'importante appuntamento offerto dal Cidesco e dall'Istituto Internazionale Scienze del Benessere, che grazie al fondamentale contributo della scuola Nuova Estetica, offrono ogni anno la possibilità di partecipare sul nostro territorio ad un evento di aggiornamento professionale di rilevanza internazionale.
Continua a passi serrati il percorso che porterà alla revisione delle apparecchiature elettromeccaniche per uso estetico di cui alla L. 1/90. A distanza di 21 dalla Legge che delineò il profilo professionale dei centri estetici, finalmente sembra davvero vicino il varo legislativo del nuovo elenco dei macchinari il cui uso sarà consentito in tali attività. La questione è molto importante per il settore e trova la sua ragione sia nei principi di sicurezza verso i clienti, sia nell’aggiornamento tecnologico che ha visto introdurre nel comparto una varietà di nuove apparecchiature del tutto nuove rispetto alla prima ed oramai datata stesura del 1990.
La CNA di Frosinone, in collaborazione con Maurizio Barbato, offre agli acconciatori un’ampia e qualificata proposta formativa di aggiornamento tecnico e professionale, riservata agli Imprenditori ed ai loro collaboratori. Una serie di eventi pensati per lo sviluppo del talento e della fantasia per apprendere ed assimilare in modo semplice e veloce le tecniche che consentiranno di gestire le anteprime della moda, con uno sguardo particolare ai sistemi di controllo e gestione per la conduzione ottimale ed efficiente di un moderno salone di acconciatura.
L’Unione CNA Benessere e Sanità unitamente ad altre associazioni nazionali di categoria, si mobilita in favore della sicurezza delle apparecchiature ad uso estetico. I recenti sequestri di apparecchiature elettromeccaniche per uso estetico corredate da dichiarazioni di conformità false e di difficile riscontro, operati su tutto il territorio nazionale in 265 centri estetici, hanno riproposto con urgenza la necessità di un decreto che, secondo quanto previsto dalla legge in vigore, fissi i requisiti tecnici e le modalità di utilizzazione di questa strumentazione, nonché le cautele d’uso. Una carenza normativa evidenziata più volte negli ultimi vent’anni dalle Organizzazioni di rappresentanza di un settore in netta evoluzione a livello strutturale (attualmente il 35% delle imprese “della bellezza” opera in regime società di capitali).
In relazione agli ultimi avvenimenti inerenti l’aggiornamento dell’elenco delle attrezzature elettromecaniche per uso estetico di cui alla L. 1/90, ed in attesa di normative certe, raccomandiamo ai titolari di centri estetici di fare molta attenzione ai messaggi pubblicitari che loro stessi elaborano e diffondono - spesso suggeriti dalle proprie aziende fornitrici - per pubblicizzare la loro attività e le loro attrezzature, quali ad esempio la comunicazione relativa al trattamento di cavitazione.
Si terrà a Roma, da 13 al 15 novembre 2010, presso il centro Congressi Hotel Universo Via Pricipe Amedeo 5/b ( vicino Stazione termini) il congresso nazionale CIDESCO organizzato in collaborazione con la CNA Benessere e Sanità. L' evento è interamente dedicato al mondo delle apparecchiature elettroestetiche e alle ultime acquisizioni scientifiche di un settore in continua evoluzione.

Ordinanza contro i massaggi abusivi

Scritto da Mercoledì, 14 Luglio 2010 12:37
Il Sottosegretario alla Salute Francesca Martini ha firmato una nuova ordinanza contenente misure "per la tutela dell’incolumità pubblica dal rischio derivante dall’esecuzione di massaggi lungo i litorali" al fine di prevenire effetti pericolosi che possono essere originati dalla pratica sulle spiagge, da parte di soggetti ambulanti, di prestazioni presunte estetiche o terapeutiche. In particolare l’ordinanza prevede il divieto di offrire a qualsiasi titolo prestazioni riconducibili a massaggi estetici o terapeutici da parte di soggetti ambulanti al fine di salvaguardare la salute dei cittadini derivante da prestazioni effettuate da soggetti che non sono in possesso di comprovata preparazione e competenza, nonché in luogo non idoneo allo scopo.

Acquisto di beni strumentali per uso estetico

Scritto da Venerdì, 25 Giugno 2010 12:13
Le recenti vicende, che hanno portato al sequestro presso centri estetici di 265 apparecchi corredati da dichiarazioni di conformità false, richiamano l’attenzione sul delicato problema delle cautele d’acquisto dei beni strumentali. La nostra Associazione, con il contributo tecnico di esperti del settore, sta elaborando la “Carta dei Diritti dell’Estetista”, un documento di linee-guida a garanzia e tutela dell’Operatore estetico al momento dell’acquisto delle apparecchiature.
Pagina 4 di 5

Prossimi Eventi

Nessun evento

chi siamo
banner il nostro impegno per la rappresentanza

calendario

pensione
pensione
pensione
 Banner Right Last 2 sicurezza lavoro
banner-no-loghi