HOME|ARCHIVIO NEWS|CATEGORIE|AUTOTRASPORTATORI
Dopo sette mesi di trattativa e la firma dell’intesa con il Sottosegretario Giachino, il Governo viene meno a quanto concordato e non rende immediatamente esecutivi  i contenuti dell’accordo. La Cna-Fita, nella fase cruciale della approvazione del maxiemendamento relativo alla “manovra Tremonti”, ha infatti purtroppo dovuto constatare che le misure concordate in sede di tavolo tecnico Governo/Committenza/Autotrasporto non sono state fatte proprie dall’Esecutivo e non sono state inserite nello stesso maxiemendamento sul quale è stata posta la fiducia.
Non si ferma il caro Rc Auto. Dal 2007 ad oggi, infatti, il costo delle polizze è aumentato del 12,5%. A più di tre anni dalla sua entrata in vigore, dunque, la procedura di risarcimento diretto del danno in caso di incidente automobilistico (cioè l’obbligo di richiedere l’indennizzo alla propria assicurazione), prevista dal Codice delle Assicurazioni private, ha fallito l’obiettivo di ridurre i prezzi delle polizze Rc Auto. In Italia i premi Rc Auto sono più cari del 58,1% rispetto alla media dei principali Paesi dell'area Euro. Nonostante questo, da febbraio 2007 (data di entrata in vigore dell’obbligo del risarcimento diretto) a maggio 2010, si sono registrati aumenti sempre maggiori dei prezzi delle assicurazioni dei mezzi di trasporto.

Le imprese di autotrasporto avranno un altro mese per pagare i premi Inail. La scadenza è stata prorogata al 16 giugno. La decisione è stata presa dal Governo con lo scopo di permettere al settore di usufruire dell’ulteriore sconto, pari a 91 milioni di euro complessivi, previsto dalla legge Finanziaria 2010 e non ancora operativo. Il decreto del presidente del Consiglio dei ministri, che destina questi ed altri fondi previsti nella legge di spesa 2010, è ancora in via di approvazione definitiva e per questo si è resa necessaria la proroga.

Con la pubblicazione del decreto legge, citato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 71 del 26/03/2010, il Governo ha introdotto una serie di incentivi che dovrebbero stimolare la ripresa dei consumi di prodotti e/o servizi di competenza di alcuni settori economici presenti nel nostro paese.
Tali incentivi sono utilizzabili sia da parte di privati cittadini sia da soggetti esercenti attività economiche e la loro fruizione, oltre che dal decreto legge 40, sarà regolamentato da appositi decreti attuativi di competenza dei vari Ministeri interessati (in primis il Ministero dello sviluppo economico e il Ministero dell’economia e delle finanze.

Revisioni auto, CNA: il nuovo sistema on line non va

Scritto da Venerdì, 13 Novembre 2009 15:54

"Sono 65.000 i bollettini non ancora riconosciuti dal nuovo sistema inaugurato dalla Motorizzazione, per un valore di 700.000 mila euro". La denuncia è della CNA, la Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, che chiede al Ministero dei Trasporti interventi urgenti e risolutivi prima che la situazione degeneri. "Il sistema di pagamento digitale della revisione auto - ricorda la "CNA Servizi alla Comunità" in una nota per la stampa - è partito il 17 agosto scorso. Sono  sorti subito vari problemi tecnici che hanno messo in crisi i centri di revisione e gli automobilisti. Questi ultimi, invece di ricevere immediatamente l’etichetta adesiva da apporre sul libretto, sono costretti spesso a lunghe attese, rischiando di subire le sanzioni per di chi non è in regola con la revisione.

Oggi a Roma, la Presidenza Unatras ha deciso di sospendere la manifestazione nazionale programmata per la fine di questa settimana.
La decisione è maturata dopo l’avvenuta convocazione per Martedì 14 p.v., da parte del Ministro Matteoli, per dare seguito alle richieste della categoria. L’Unatras, che ancora una volta dimostra il proprio senso di responsabilità sospendendo l’attuazione di un’iniziativa che si sarebbe tenuta in un momento particolarmente importante per il nostro Paese, si aspetta che l’incontro programmato produca risultati concreti e spendibili per la categoria.
Al termine dell’incontro la Presidenza Unatras, in seguito al mandato ricevuto, valuterà le risultanze dell’incontro e assumerà le decisioni conseguenti.

 

Autotrasporto: manifestazione nazionale a Roma

Scritto da Martedì, 07 Luglio 2009 11:26
La Presidenza dell’Unatras, riunita per dare attuazione al mandato assunto dal Comitato Esecutivo in data 19 giugno u.s., è costretta a prendere atto con rammarico che i provvedimenti che dovevano essere emanati entro il 30 giugno cosi come comunicato anche al Parlamento nella seduta della Commissione Trasporti del 24 giugno, non sono divenuti provvedimenti operativi.
Riconferma pienamente le decisioni assunte che saranno rese note nella seconda settimana di luglio ed indice una manifestazione nazionale che si terrà con gli automezzi a Roma, nella giornata di venerdì 10 luglio, sul raccordo anulare. Laddove esigenze particolari si manifestassero le strutture territoriali decideranno iniziative identiche di sensibilizzazione nella stessa giornata.  La Presidenza si riunirà nuovamente entro la giornata del 15 luglio per dare attuazione a quanto deciso.
Si è tenuto il 9 giugno presso il Ministero l’incontro delle Organizzazioni dell’autotrasporto con la delegazione ministeriale guidata dal Ministro Matteoli e composta dai rappresentanti dei vari Ministeri a vario titolo competenti in materia, a partire dal rappresentante della Presidenza del Consiglio. Il confronto era stato più volte sollecitato in particolare da Unatras alla luce soprattutto delle criticità che la attuale gestione della vertenza evidenzia su più aspetti.
Pagina 8 di 8

Prossimi Eventi

Nessun evento

banner associati

chi siamo
banner il nostro impegno per la rappresentanza

calendario

pensione
pensione
pensione
 Banner Right Last 2 sicurezza lavoro
 
FareLazio-Marchio-Selezionato 01
banner-no-loghi