HOME|ARCHIVIO NEWS|CATEGORIE|AUTORIPARAZIONE
La CNA di Frosinone, in collaborazione con Brain Bee e Officine in Progress di Isola del Liri, ha predisposto un calendario dei corsi CLIMACERT: si tratta dei corsi che gli addetti alla ricarica degli impianti di condizionamento dei veicoli a motore dovranno obbligatoriamente frequentare per conseguire la certificazione richiesta dal recente D.P.R. 43/2012 e che gli consentirà di continuare ad operare.
L’Italia, con il D.P.R  43/2012, ha recepito (quasi ultima tra i paesi europei) il Regolamento UE per ridurre l’emissione in atmosfera di taluni gas fluorurati. Il D.P.R 43/2012, coinvolge anche il settore dell’AUTORIPARAZIONE, per quanto concerne gli impianti di condizionamento d’aria nei veicoli a motore che contengono gas fluorurati ad effetto serra. 
Gli autoriparatori che operano sull’area condizionata dei veicoli per poter continuare a lavorare in tale settore devono frequentare un corso abilitante e conseguire in questo modo il relativo patentino. Per presentare i corsi e raccogliere le prime adesioni ma soprattutto per fare chiarezza sulla normativa, la CNA ha organizzato un seminario informativo che si terrà giovedì 15 novembre alle ore 18,00 presso la CNA di Anagni (Loc. Osteria della Fontana). All’incontro sarà presente il docente dei corsi, accreditato da Brain Bee, Sig. Andrea Saccucci, di Officine in Progress.
La CNA di Frosinone, in collaborazione con Officine in Progress e Brain Bee Italia, permetterà agli autoriparatori di mettersi in regola con la nuova normativa e conseguire il patentino che consentirà loro di continuare ad operare sugli impianti di condizionamento d’aria dei veicoli a motore.
“Gli autoriparatori e l’autronica, l’elettronica applicata alle auto”. Appuntamento gratuito a Cassino, il prossimo 17 Maggio alle ore 18.30, promosso dalla CNA (Confederazione nazionale degli artigiani e delle piccole e medie imprese) in collaborazione con Officine In Progress, rivolto agli autoriparatori del Cassinate.
La CNA, insieme ad altre Associazioni di Categoria, ha inviato una lettera al Consigliere Raffaello Sestini, Capo Ufficio Legislativo Ministero Sviluppo Economico, per richiedere l'adeguamento all'indice ISTAT delle tariffe per le revisioni periodiche degli autoveicoli.
La CNA dopo la recente istituzione di un sistema nazionale per il recupero e lo smaltimento dei pneumatici fuori uso (PFU), ha ritenuto utile ed opportuno chiarire alcuni punti che riguardano il funzionamento del sistema.
A partire dal 7 settembre 2011 è formalmente iniziata anche in Italia la gestione dei pneumatici fuori uso. Da tale data, i gommisti quando vendono pneumatici devono pertanto indicare in modo chiaro e trasparente, in fattura o sullo scontrino fiscale, il contributo ambientale che copre i costi di gestione e recupero dei pneumatici fuori uso. L’importo del contributo varia naturalmente al variare delle dimensioni e tipologie del pneumatico: da 1,5 euro per le moto e 3 euro per le auto fino a 326 euro per le gomme per macchine industriali.
Pagina 5 di 6

Prossimi Eventi

Nessun evento

banner associati

chi siamo
banner il nostro impegno per la rappresentanza

calendario

pensione
pensione
pensione
 Banner Right Last 2 sicurezza lavoro
 
FareLazio-Marchio-Selezionato 01
banner-no-loghi